3Italia, la compagnia telefonica che sorprende

Data: 
31/03/2014

3Italia, la compagnia che sorprende

Limita il calo del fatturato facendo meglio dei concorrenti. Scala le classifiche sulla qualità del servizio. E si inventa il "piano pensioni" che premia i clienti fedeli

Al primo posto per qualità di rete nella trasmissione voce e nella velocità di download dei dati; al secondo posto complessivo (83 punti su 100) dopo Vodafone (85). Per 3Italia, il più piccolo tra i quattro operatori telefonici mobili, le pagelle dell’Istituto tedesco qualità e finanza, pubblicate dal Corriere della sera, sono state un bel riconoscimento. E per di più lo scorso anno 3Italia ha limitato al 7 per cento il calo dei ricavi da servizi, facendo meglio dei concorrenti.

Il tutto, ballando da sola. Esattamente un anno fa, infatti, il colosso di Hong Kong Hutchison Whampoa, padrone di 3Italia, avviò il negoziato con Telco per l’acquisto del controllo di Telecom. Poi, la contraerea lobbistica e le continue indiscrezioni denigratorie fecero perdere la pazienza ai cinesi e Telco "aprì" alla peraltro incerta alleanza con Telefonica. Successivamente, la trattativa con Vimpelcom per comprare Wind: nulla di fatto (almeno per ora). Ma intanto l’azienda guidata da Vincenzo Novari si dava da fare in casa sua: più qualità (si è visto) e più marketing.

L’ultima invenzione è quella del "piano pensioni": chi resta cliente di 3 per più di 10 anni (contando anche il passato), quando compie i 60 anni di età, non paga più alcun canone! E si profilano altre due offerte, una pensata per la casa e l’altra per i contenuti, con agevolazioni record. Pensioni, casa e famiglia: una specie di "welfare" telefonico in cui Novari crede molto. (da economia.panorama.it)